Orthopaedic Manual Therapy (O.M.T.) Concetto Kaltenborn-Evjenth

La Terapia Manuale Ortopedica (OMT), concetto Kaltenborn-Evjenth nasce in Norvegia negli anni ‘60, dove due professionisti della riabilitazione, Freddy Kaltenborn ed Olaf Evjenth, riunirono i concetti dell’osteopatia, della chiropratica e della medicina manuale presenti nel nord Europa. Tale concetto è riconosciuto a livello internazionale dalla “Confederazione Mondiale dei Fisioterapisti (WCPT)" ed assieme alla Terapia Manuale concetto Maitland fa parte della “International Federation of Manipulative Therapists (IFOMT)". La terapia manuale ortopedica è una specializzazione della fisioterapia e consente un completo trattamento dei dolori e di altri sintomi nelle disfunzioni della colonna vertebrale e delle articolazioni periferiche (braccia e gambe). I terapisti manuali ortopedici operano in stretto contatto con i medici generici e specialisti. Essi sono responsabili per la formulazione della valutazione riabilitativa e per la decisione sulle idoneità del paziente al trattamento manuale, facendo attenzione a misure precauzionali e controindicazioni. L’applicazione della OMT si basa su una approfondita visita del sistema neuro-muscolare ed articolare. Questo esame serve per stabilire in termini fisici la disfunzione presente nel sistema articolare, muscolare e nervoso. Nello stesso modo l’esame mira a stabilire le condizioni ottimali di trattamento, quando questo sia controindicato o quando sia limitato da anomalie anatomiche e/o processi patologici in atto. L’obiettivo principale della OMT è il ripristino della massima funzione del sistema articolare, nervoso e muscolare in libertà dalla sintomatologia dolorosa.
omt kaltenborn evjenth
La Terapia Manuale Ortopedica può essere efficace nel trattamento di: -dolori di schiena e problemi discali -dolore al collo e problemi della regione cervicale -artrosi – dolore e rigidità per esempio alle anche, alle ginocchia, e alla schiena -dolori del viso, cefalea, dolore della mascella -irritazione del nervo che causa, ad esempio, insensibilità o formicolio nelle dita o sciatica -dolore al ginocchio dovuto, ad esempio, a problemi di menisco o di legamento -problemi al gomito, come gomito del tennista o del golfista -problemi nel polso e nella mano, come fratture, sindrome del tunnel carpale, distrazioni e distorsioni -problemi di caviglia e di piede, come lesioni di tendini e legamenti La Terapia Manuale è utile anche dopo chirurgia o traumi sportivi. Nell’ambiente di lavoro e per ogni tipo di sport, il Terapista Manuale è in grado di analizzare il vostro modo di muovervi e di consigliare le misure d’intervento più appropriate, in modo da ridurre i rischi di lesioni. I metodi comprendono: -Mobilizzazione manuale delle articolazioni -Tecniche che migliorano la mobilità e la funzione del sistema neurale -Stretching e/o rinforzo muscolare -Chiarimenti sul meccanismo che scatena il problema e consigli per aiutare a mantenere il successo del vostro trattamento nel tempo -Correzioni della postura, del movimento quotidiano e sport -Esercizi e consigli per sollecitare il self-management